Lavoratori Per La Sicurezza – RLS

Corso RLS nicolas j leclercq 713001 unsplash
PROGRAMMA DEL CORSO DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA – RLS

 

Durata corso:

ore 32 di cui 12 su rischi specifici

Rif. Legge:

ai sensi del D.Lgs. 81/08 Art. 37 comma 10 e 11

 

Programma

Principi giuridici comunitari e nazionali, legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro:

  • La gerarchia delle fonti giuridiche,
  • Le Direttive Europee,
  • La Costituzione,
  • Codice Civile e Codice Penale,
  • L’evoluzione della normativa sulla sicurezza e igiene del lavoro e il D.Lgs. 81/08,
  • Statuto dei Lavoratori e normativa sulla assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e malattie professionali.

La legislazione relativa a particolari categorie di lavoro:

  • lavoro minorile, lavoratrici madri, lavoro notturno, lavori atipici, etc.,
  • Le norme tecniche UNI, CEI e loro validità, Il sistema delle prescrizioni e delle sanzioni

Principali soggetti coinvolti e i relativi obblighi:

  • il Datore di lavoro,
  • i Dirigenti,
  • i Preposti,
  • il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP),
  • gli Addetti del SPP,
  • il Medico Competente (MC),
  • il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS),
  • il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale (RLST) e il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza di sito produttivo.

Aspetti normativi dell’attività di rappresentanza dei lavoratori:

  • gli Addetti alla prevenzione incendi, evacuazione dei lavoratori e pronto soccorso, i Lavoratori autonomi
  • II sistema pubblico della prevenzione:
  • Vigilanza e controllo, Informazione, assistenza e consulenza, Organismi paritetici

Definizione e individuazione dei fattori di rischio:

  • Concetti di pericolo,
  • rischio,
  • danno,
  • prevenzione.

Analisi degli infortuni:

  • cause,
  • modalità di accadimento,
  • indicatori,
  • analisi statistica e andamento nel tempo,
  • registro infortuni,
  • Informazione sui criteri,
  • metodi e strumenti per la valutazione dei rischi (modelli basati su check list)

La valutazione dei rischi e l’individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione

Contenuti e specificità del documento di valutazione dei rischi:

  • metodologia della valutazione e criteri utilizzati,
  • Individuazione e quantificazione dei rischi,
  • misure di prevenzione adottate o da adottare,
  • Priorità e tempistica degli interventi di miglioramento,
  • Definizione di un sistema per il controllo della efficienza e della efficacia nel tempo delle misure attuate,
  • Il documento di valutazione dei rischi interferenti negli appalti (DUVRI).

Rischi fisici:

  • Il rischio rumore
  • Il rischio vibrazioni

I Dispositivi di Protezione Individuale (DPI):

  • criteri di scelta e utilizzo

Rischi Specifici:

  • La normativa in materia di prevenzione incendi.
  • Principi sulla combustione e l’incendio,
  • La prevenzione incendi.
  • Il Rischio incendio,
  • Il piano di emergenza,
  • Sistema di rilevazione e spegnimento.
  • Medicina del Lavoro,
  • Il medico competente,
  • La sorveglianza sanitaria e i modi di attuazione.
  • Il Primo Soccorso
  • Il rischio da ambienti di lavoro;
  • Il microclima;
  • L’illuminazione
  • Il rischio videoterminali
  • Il rischio movimentazione manuale dei carichi
  • La classificazione degli agenti chimici;
  • I rischi derivanti da esposizione ad agenti chimici
  • Il rischio elettrico
  • Il rischio meccanico, Macchine, Attrezzature
  • Il rischio movimentazione merci (apparecchi di sollevamento, mezzi di trasporto)
  • Le verifiche periodiche obbligatorie di apparecchi e impianti
  • Il rischio cadute dall’alto

Rischio specifico: Stress da lavoro correlato

Nozioni di tecnica della comunicazione

Aspetti normativi dell’attività di rappresentanza dei lavoratori

Test finale di apprendimento